<--- back to SEASON FINALE

 

Clicca sui numeri per scegliere le pagine!

[più tardi intorno al tavolo]
Musica: "Fall From Grace" - Amanda Marshall

Joey: ti ricordi quella volta che ti ho ritratto nudo?
Jen: Oh, ti sei emozionato un po' troppo ed è spuntato un-
Jack: Oh, whoa, hey, hey!
Joey: ho avuto più di quanto mi aspettassi.
Jack: Come volete. Mi sta bene. Non era una cosa voluta. Oltre tutto, Dawson probabilmente mi avrebbe ucciso per avergli perso la sua unica anima gemella, giusto?
[i membri del triangolo ridono imbarazati a questa frase.]
Jack: Hey, come sta Audrey, comunque? Qualcuno l'ha sentita ultimamente?
Joey: Audrey canta come spalla di John Mayer. E' in tour in Europa, e ha un fidanzato che definisce l'anti-Pacey. E' totalmente noioso e... davvero dolce o roba simile.
Pacey: e"davvero dolce," sarebbe l'opposto del vero Pacey? E questo proprio dalla mia ex-fidanzata niente meno.
Joey: pacey, grazie tante per aver riaperto questo posto. (si guarda intorno) non sapevo mi sarebbe mancato tanto.
Pacey: forse se tuo padre non l'avesse fatto incendiare, sarebbe ancora tuo.
Joey: oh! simpatico, pacey, simpatico.
Dawson: non riuscirei a scrivere roba simile nemmeno se ci provassi.
Joey: quanto tempo è passato?
Pacey: non troppo, apparentemente.
Jen: Oh Dawson... ricordi quando ti ho sverginato...?
Pacey: cosa?!
Jack: uh, si, e su questo appunto... forse dovremmo, uh, andar via.
Pacey: che vuoi dire? Non potete andar via adesso. Siamo appena arrivati agli argomenti interessanti.
Jack: già,ho paura possa divulgare un po' troppe informazioni.
Jen: Oh, santo cielo.
Jack: vieni qui, ti do un passaggio.
[solleva Jen e se la mette sulla spalla]
Jen: mi spiace. Oh, no!
Jack: andiamo via.
Jen: Hey, ragazzi, ricordate quella volta che il mio ragazzo mi ha messa incinta e poi mi ha lasciata a crescere una bambina tutta da sola?
[silenzio imbarazzato]
Jack: Ok, ci vediamo al matrimonio.
Jen: aspetta, fermati. Un'altra cosa. Oh, dio, ragazzi siete i migliori amici che ho avuto in tutta la mia vita, vi amo tantissimo. E' tutto. Buona notte.
Jack: ci vediamo.
Pacey: Buona notte.
Joey: Buona notte.
Pacey: e su questo appunto, uscite dal mio ristorante. Devo dare una sistemata.
[Joey e Dawson si alzano per andare via.]
Pacey: avete bisogno di un passaggio ragazzi?
Joey: io andrò a piedi.
Dawson: posso accompagnarti in macchina.
Joey: no va bene. E' alla fine dell'isolato. Mi farà passare la sbronza.
Dawson: d'accordo.
Joey: Buona notte, Dawson.
[si abbracciano]
Joey: Pace, grazie.
[Joey abbraccia Pacey]
Pacey: un piacere, come sempre, cara. Stai attenta.
Joey: lo farò. Ciao, ragazzi.

[Joey se ne va, e Dawson aiuta Pacey a mettere a posto le bottiglie sul tavolo]

Pacey: mio dio, quella donna è meravigliosa.
Dawson: già.
Pacey: amico, quella ragazza cui hai dato la parte di Sam non può nemmeno paragonarsi a lei.
Dawson: lo so. Però ho azzeccato Petey. Una scelta perfetta.
Pacey: si, beh, ha il requisito richiesto del fascino furfantesco, immagino.
Dawson: Whew. amico... è cambiato tanto. Tu sei cambiato.
Pacey: già, beh, la vita accade. Allora, sei felice? sai, con tutto quello che è successo, sei felice?
Dawson: la risposta in termini di borsa valori sarebbe un rimbombante si. Per ogni altra cosa, darei l'impressione di essere un lamentoso ragazzaccio di Hollywood, giusto?
Pacey: si, ma adesso stai parlando con me.
Dawson: ad essere onesti, non ci ho pensato su tanto. Tu?
Pacey: Heh. Uh... oh, mi conosci. Se fossi felice sarei infelice. Non devi aiutarmi a mettere in ordine. E' il mio lavoro, ricordi? E' bello vederti, Dawson
[si abbracciano].
Dawson: anche per me.
Pacey: ci vediamo domani al matrimonio.
Dawson: d'accordo.
Pacey: bentornato a casa.

[Scena: il Potter B&B. Jack sta cambiando il pannolino di Amy quando Jen arriva nella stanza e sta prendendo qualche pillola.]

Jack: l'ultima volta che ho controllato, questo compito non era nella lista dei requisiti dei padrini.
Amy: [piange]
Jack: va tutto bene, va tutto bene.
Jen: te la cavi benissimo.
Jack: è sempre così triste quando è nuda?
[Jack mette via i fazzolettini per bimbi e trova un flacone di pillole]
Jack: cos'è questo?
Jen: Oh, sono di Grams. Le tengo sotto mano in caso le dimentichi.
Jack: non sapevo prendesse ancora antidolorifici. Sembra sia in buona salute.
Jen: la vista a volte può ingannare.
Jack: Oh, va tutto bene, è tutto ok. Ecco qua.
[porge Amy a Jen]
Jen: Mmm...
Jack: ti sei mai chiesta se potresti sopravvivere senza di lei? Pensi davvero di potercela fare da sola?
Jen: ho sempre pensato di non farcela, ma, uh, in realtà, non mi sento più così. E' davvero meraviglioso - essere un genitore. Cioè, non so programmare il videoregistratore, ma posso prendermi cura di una bambina.
Jack: sei quella che è cambiata di più. Fra tutti noi.
Jen: se lo sono, non è certo per merito mio. Amy mi ha cambiata. cioè, è una conseguenza diretta.
Jack: [sospira] che ci faccio qui? cioè, quale sano uomo gay di questa era se ne torna in una piccola città?
Jen: Jack... non penso che il problema sia Capeside. Penso che tu sia... sia frustrato per Doug.
Jack: lo so. cioè, mi sento come se mi fossi rinchiuso di nuovo nell'armadio (n.d.t. espressione che vuol dire non aver scelto di manifestare di essere gay), Jen. Anche se questa volta non è il mio di armadio.
Jen: beh, devi dargli del tempo.
Jack: perchè dovrei? dai, andiamo, non è colpa mia se il mio ragazzo vive nell'età della pietra.
Jen: lo so ma lui è così spaventato.
Jack: cosa c'è di cui essere spaventati?
Jen: ciò che è reale. Ci terrorizza. Tutti quanti. E dici che io sono cambiata. E hai ragione. Ma, voglio dire, io ho scalciato e urlato. E se pensi che qualsiasi cosa di valore al mondo sia un semplice regalo ti sbagli.
Jack: i tuoi superpoteri di giudizio e saggezza sono cresciuti con la maternità. Credo che dovrò comprarti un mantello al più presto.
Jen: tu puoi farmi da assistente, hmm? Il mio ragazzo delle meraviglie.
Jack: quando vuoi.


[Scena: stanza di Dawson. Dawson è seduto alla sua scrivania, e fissa lo schermo del portatile, ma non riesce a pensare a cosa scrivere. Sobbalza sentendo un rumore che proviene da fuori la finestra e prende il portatile in mano avvicinandosi lentamente pronto a utilizzarlo per colpire qualunque cosa entri dalla finestra. E' Joey che cade sul pavimento inciampando nell'entrata dalla finestra.]

Joey: Oh! Ow! Ow.
Dawson: mi hai fatto spaventare da morire.
Joey: non è più facile come lo era una volta. Credo di aver rotto qualcosa.
Dawson: che ci fai qui?
Joey: beh, stavo, um... camminando verso il B&B, e ho deciso di continuare a camminare. Non vengo a casa da così tanto tempo e... lo sapevi che hanno aperto un McDonald's sulla Hudson? Siamo stati ufficialmente invasi, Dawson. Ci manca solo un negozio della Old Navy per essere definitivamente distrutti.
Dawson: stai bene?
Joey: Oh, si. Sto bene. allora, ho, um... continuato a camminare, e poi... era troppo tardi per suonare il campanello, e ho visto la luce accesa, perciò ho pensato, perchè no? Stavi dormendo? Perchè posso andare via.
Dawson: No, no. sono contento che tu sia qui. Non abbiamo avuto modo di parlare un po' da soli stasera. Ci sono così tante cose che voglio sapere di te e di New York e... tutto quanto.
Joey: Ow. Mi sa che mi sono fatta male. [ridendo]

[Scena: esterno dell' Ice House. Pacey sta per chiudere appena tutti i camerieri sono usciti.]

Ragazzo: a più tardi, capo.
Pacey: buona notte, ragazzi.
donna: buona notte.
[chiude la porta del ristorante a chiave e si gira e vede un uomo lì in piedi]
Pacey: mi spiace, siamo chiusi per stasera.
[riconosce l'uomo]
Pacey: Oh
Uomo: Credo che tu sappia perchè sono qui.
Pacey: [sospira] beh, difficile indovinare, ma... forse perchè vado a letto con tua moglie? Ok, beh, te la renderò facile. Me lo merito. Fai del tuo peggio.
[Pacey si gira e vede altri due uomini che si avvicinano, e sono entrambi uomini piuttosto grossi.]
Pacey: Heh heh. Oh, ora, senti. Ho bevuto un po' stasera, quindi riusciresti probabilmente a stendermi da solo stasera.
Uomo: già, ma dov'è il divertimento poi?
Pacey: [sospira]
[Pacey colpisce l'uomo, e poi cerca di scappare ma gli altri due lo afferrano e lo tengono fermo mentre il primo lo picchia.]

Scrivimi!

Tutti i diritti riguardanti Dawson's Creek sono della Warner Bros, del creatore Kevin Williamson e del produttore Paul Stupin. Nessuna violazione del copyright è intenzionale.
All rights about Dawson's Creek are property of the Warner Bros , of the creator Kevin Williamson and of the producer Paul Stupin. No violation of copyright intended.