<--- back to SEASON FINALE

 

Clicca sui numeri per scegliere le pagine!



[Scena: Sala d'attesa dell'ospedale. Joey e Pacey sono seduti insieme aspettando. Joey ha la testa sulla spalla di Pacey, e si stringono le mani. Altrove Gale e Dawson sono seduti insieme guardando Lily e Alexander colorare. Altrove la nonna ed Amy giocano. Bessie arriva con del cibo. Vediamo più tardi tutti loro passare il tempo insieme.]


[Scena: Stanza di ospedale di Jen. La nonna sta dormendo su una sedia. Jen la guarda, e sorride, e lentamente ruota la testa e chiude gli occhi. La nonna si sveglia e si avvicina e realizza che è morta. Guarda Jen pacificamente, e la bacia sulla fronte. Uno sguardo di tristezza misto a sollievo le attraversa il volto.]


Grams: Ci vediamo presto, bambina. Presto.

Musica : "Hands" Jewel

[Scena: Il nuovo Ice House. Il ricevimento post-funerale è lì, e il posto è pieno di gente. Montaggio di immagini con tutto il cast che cerca di consolarsi a vicenda. Vediamo Jack ed Amy ad un tavolo, mentre giocano insieme, e Pacey e Doug seduti insieme, e Doug li sta guardando.]

Pacey: Dovresti parlargli.
Doug: [si schiarisce la gola] Adesso non è il momento.
Pacey: Ok, giusto. Solo ricorda che le parole non valgono molto oggi.
[Pacey lascia Doug e si unisce ad Amy, Jack e la nonna.]
Pacey: Hey.

[Scena: la cucina dell'Ice House. Pacey entra in cucina e vede Joey che si guarda intorno]

Pacey: Hey.
Joey: Sto cercando dei cucchiai.
Pacey: Sono là in fondo.
Joey: bene, come stai? Stai bene?
Pacey: si. si, sto davvero bene.
Joey: cosa ti sta passando per la testa?
Pacey: sei libera dalla mia presa.
Joey: cosa?
Pacey: sei libera dalla mia presa. Non ho mai creduto in tutta quella merda del "se ami qualcuno, lascialo libero", com'è evidente da tutto quello che ho fatto nella mia vita fino a questo momento, ma sono determinato ad essere felice, Joey. Felice in questa vita. E ti amo. Voglio dire, Io ho sempre-Ti ho sempre, sempre amata. Ma il nostro tempismo non è mai stato giusto. E per come la vedo, il tempo non è amico di nessun uomo. Quindi devo mettermi in pace ed essere felice, ora. Perchè è cosi. Voglio dire, questo è tutto quello che abbiamo. Se c'è una cosa che ho imparato dalla perdita di Jen, questo è quello che ho imparato.
Joey: Pacey, io-
Pacey: Veramente, um, aspetta. Non ho ancora finito. Perchè voglio anche che tu sia felice. E' veramente importante per me che tu sia felice. Quindi voglio che tu stia con qualcuno, che sia Dawson o il tipo di New York o un uomo che tu debba ancora incontrare. Ma voglio che tu stia con qualcuno che possa essere parte della vita che tu vuoi per te stessa. Voglio che tu stia con qualcuno che ti faccia sentire come mi sento io quando sono con te. Quindi, penso che il punto di questa lunghissima frase che è durata gli ultimi 10 anni della nostra vita, sia solo che il semplice fatto di essere innamorato di te è abbastanza per me. Quindi sei libera dalla mia presa.
Joey: sai, per la cronaca, io-- [tira su col naso] io non voglio essere lasciata libera dalla presa. Perchè tutto quello che ho fatto nella mia vita mi ha condotto qui... proprio adesso, e l'ultima cosa che voglio, di cui ho bisogno, o merito, è di essere lasciata libera dalla presa di qualcuno.
Pacey: ti prego non fraintendere il punto, perchè-
Joey: E non fraintendere il mio punto. Pacey... ti amo. Lo sai. Ed è reale. È cosi vero che mi ha tenuto in movimento, per la maggior parte ha significato scappare, mai pronta per questo. E amo Dawson. Lui è la mia anima gemella. Lui è legato alla mia infanzia, ed è un amore che è puro ed eternamente innocente. Non posso essere liberata dalla presa perchè potrei assimilare il concetto che è giusto continuare a scappare.
Pacey: quindi, cosa stai dicendo esattamente?
[Gale entra e li interrompe]
Gale: Oh, Pacey, eccoti. Um, abbiamo bisogno di piatti.
[Pacey le indica dove sono]
Gale: sei così dolce ad aprire il tuo posto in questo modo. Vi amo entrambi.
[Gale li lascia da soli di nuovo]
Pacey: Ok, uh... penso tu stessi per dire qualcosa di molto importante.
Joey: Pacey... ho capito...
[Bessie entra e li interrompe.]
Bessie: Joey, dammi una mano. ecco, prendi questo vassoio. tieni.
[Bessie da a Joey un vassoio di cibo.]
Bessie: come stai, Pacey?
Pacey: bene, Bess. Sto bene, grazie.

[Scena: la spiaggia. Jack è seduto sulla sabbia fissando l'acqua da solo, quando Doug arriva e si unisce a lui.]

Doug: la nonna ha detto che eri qui. Stai solo pensando?
Jack: il passatempo preferito di Capeside.
Doug: A cosa?
Jack: Andare via.
Doug: Andare via? Dove?
Jack: Non so. Boston, New York.
Doug: Perchè?
Jack: Amy.
Doug: Jack, non puoi farlo.
Jack: si, posso. Quanti genitori gay conosci a Capeside?
Doug: E allora? Quanti insegnanti gay c'erano qui prima che tu tornassi? Quanti sceriffi gay ci sono, già che ci siamo?
Jack: l'ultima volta che ho controllato, nessuno. Sono stanco di essere il primo, Doug. Metà della mia vita è stata spesa nel rieducare questa comunità. Cosa devo dimostrare per questo?
Doug: pensi che ci siano premi per ispirare la gente?
Jack: Non voglio ispirare la gente mai più. Tutto quello che voglio è dare ad Amy un'esistenza normale, e non l'avrà qui. Avrà la stessa infanzia che ho avuto io. Solo che invece di essere l'unico ragazzo gay, sarà l'unica ragazza con un genitore gay. Non voglio questo.
Doug: sarai un genitore gay ovunque, non importa dove sarai. E, si, Amy dovrà affrontare il rifiuto. Questo è quello che significa essere una teenager.
Jack: Voglio solo essere un buon genitore, Doug. Devo esserlo.
Doug: Hey... Jack... essere un buon genitore significa sapere che tuo figlio può cadere. Tu devi solo dimostrargli come tornare su.
Jack: Cosa ne sai sull'essere genitori?
Doug: Non molto. Spero di imparare velocemente.
Jack: E' un gesto dolce, ma, no, grazie.
Doug: Non è un gesto.
Jack: si, lo è. Con tutto quello che abbiamo passato, sarò dannato se torneremo insieme per un tuo senso di ... dovere, o peggio, pietà.
Doug: dimentica la pietà. Ti amo. Ti amo, Jack. Amo che tu sia la persona più coraggiosa che conosca... la più gentile. Amo che nonostante quello che fai, la tua vita si noterà sempre. Voglio essere notato con te... e tua figlia. [Sospira] Se me lo permetterai.
[Doug bacia Jack, e una coppia anziana arriva passeggiando sulla spiaggia e li nota, e Jack ferma Doug per un attimo.]
Jack: Uh...
Doug: cosa?
Jack: sono i Dudley. Proprio lì.
Doug: Buona sera, Mr. e Mrs. Dudley. Stavo solo, uh... baciando il mio ragazzo.
Signori Dudley: questo è dolce, caro.
[Jack e Doug ridono]

[Scena: retro della casa di Dawson. Dawson è seduto al tavolo da picnic cercando di trovare una fine per la sua ultima puntata della stagione. Sente il rumore di una portiera di macchina e si volta indietro nel tempo per vedere il momento in cui Jen arrivò la prima volta a Capeside. La scena sfuma su Lily e Alexander che giocano insieme nel giardino. Si volta indietro oltre il fiume,e vede Joey arrivare da lui dal suo molo.]

Dawson: Hey.
Joey: Come va?
Dawson: Sopravvivo. tu?
Joey: è stata una lunga giornata.
Dawson: si.
Joey: Stai scrivendo?
Dawson: No. La maledizione di una fine non scritta.
Joey: Oh. Scrivine una felice, ti prego. Non posso più sopportare i finali tristi. Stai lontano dalla vita e dalla morte di tutto.
Dawson: è interessante come la gente usa quell'espressione - vita e morte. Come a sottintendere che la vita sia il contrario della morte, ma la nascita è il contrario della morte. La vita... non ha contrario.
Joey: Non ci avevo mai pensato.
Dawson: Bhe, lascia a me il pensare troppo alle cose.
Joey: sei tu lo scrittore.
Dawson: si. Questo scrittore ha deciso che non importa come finisca... perchè la finzione è la finzione, e per la prima volta, da tanto tempo... [Sospira] la mia vita è reale. Non importa chi finisce con chi. Perchè in qualche modo soprannaturale... saremo per sempre io e te.
Joey: Anime gemelle.
Dawson: Quello che abbiamo va oltre l'amicizia, oltre l'amore. E'per sempre.
Joey: [dolcemente] si, è cosi. Ti amo, Dawson.
Dawson: ti amo, anch'io, Joey.
[Sentono ridere e si voltano. Vedono Lilly nella stanza di Dawson, e Alexander in fondo alla scala.]
Lily: dai, Alexander! dai! Solo qualche altro passo! Puoi farcela!
Joey: [ride] tu ed io, sempre.
Dawson: sempre.

[Scena: il set della stanza di Colby. Colby e Sam stanno recitando la scena finale della prima stagione dove Joey e Dawson si baciano in camera.]

Sam: Non posso farcela più, Colby. Non voglio aspettare che la mia vita finisca. Voglio sapere ora. Cosa sarà? (n.d.t.E questo è anche il ritornello della canzone di paula cole!!)
[si baciano]
Colby: tu ed io. sempre.

[Scena: appartamento di Joey. la telecamera si sposta su Joey che spegne la TV dopo aver visto "produttore esecutivo - Dawson Leery"]

Joey: E'stato perfetto. Assolutamente perfetto.
[Vediamo Pacey seduto vicino a lei. Lei lo guarda e c'è una lacrima negli occhi di lui.]
Joey: Sono lacrime? Stai piangendo?
Pacey: [Sospira] Lui mi ha preso. Mi ha preso.
[si baciano]
Joey: [ride] Chiamiamolo.

[Scena: Ufficio di Dawson. Dawson è seduto alla scrivania guardando dei fogli di lavoro, quando la sua assistente entra e gli porta un'altra cartella. E'tardi e nessun altro è in giro.]

Assistente: [Sospira] bene, sto andando. Dovrebbe andare anche lei. Ha una riunione domattina presto.
Dawson: Capito.
[telefono squilla]
Dawson: No, no, no. Fuori di qui.
Assistente: grazie.
[Dawson risponde al telefono]

Dawson: si?
Pacey: Hey, siamo noi.
Joey: E'stato grandioso! Fantastico! E'stato cosi dolce.
Pacey: hai fatto piangere Joey come una bambina.
Joey: [ride] non vedo l'ora che arrivi la prossima serie.
Dawson: Non indovinerete mai chi incontrerò domattina.
Joey: Spielberg?
Pacey: Spielberg? ma che stai dicendo! Chi ti ha fatto diventare un grande di Hollywood, amico?
Joey: Oh, mio dio! Cosa dirai? Come ti vestirai?
Dawson: non ne ho idea

Musica : "Say goodnight" Beth Nielsen Chapman

[sfuma al nero per l'ultima volta…]

Scrivimi!

Tutti i diritti riguardanti Dawson's Creek sono della Warner Bros, del creatore Kevin Williamson e del produttore Paul Stupin. Nessuna violazione del copyright è intenzionale.
All rights about Dawson's Creek are property of the Warner Bros , of the creator Kevin Williamson and of the producer Paul Stupin. No violation of copyright intended.